Zombiwine: il sopravvissuto.

Chi sono?

Zombiwine per alcuni, Giuseppe per altri, per me stesso invece io sono un sopravvissuto.

Sono sopravvissuto alla cardiochirurgia, e credetemi, non una volta.

Sono sopravvissuto a me stesso , ai miei vizi e alla mia mente e nuovamente credetemi: non una volta.

Sono sopravissuto ai sogni:  quando li tradisci diventano vermi neri che strisciano di notte e ti si attaccano alla pelle pompando, come sanguisughe, ansia e infelicità. Io ho paura dei miei sogni, e cerco di non averne o di tenerli a bada.

Sono sopravissuto ai miei incubi, e anche quelli non ve li raccomando, sono parenti dei sogni ma molto più viscidi; sembrano liquame che cola da una fogna  e ti si attacca addosso gelida e anestetica. Se non stai attento, alla fine sei così congelato dalle tue paure da non riuscire più a fare nulla mentre gli incubi ti urlano in faccia tutto il loro odio.

Per adesso finiamo qui questo gran tour della mia mente.

Una solo a cosa è sempre rimasta livida come luce e dolce come l’amore: le mie passioni! Quelle non mi hanno mai abbandonato. Tutte loro, impastate come pane, formano la mia anima.

Io sono  Zombiwine: il sopravvissuto e Amo il vino!

Beh d’altra parte col nome che mi sono scelto certo non potevo parlare di pediluvi.

C’è molta pace nelle vigne; c’è silenzio fra i filari mentre in realtà un infinità di cosmi minuscoli lottano per sopravvivere.

Insetti che strappano arti ad altri insetti: grilli che divorano, api che succhiano, ragni che squarciano, mammiferi notturni che scappano dal alte creature.

Attraverso il vino e i suoi produttori:  io racconto storie.

Storie macabre ma storie.

Il protagonista sembrerebbe il vino, ma in realtà siamo tutti noi che leggendo questo blog ci interconnettiamo in una rete di tante individualità.

Questa rete si chiama : “l’orda”

Fidatevi di quello che ho da offrirvi: il mio modo di comunicare può sembrare immaturo, ma è un punto di vista completamente libero.

Siate come gli insetti che nella vigna, nascosti allo sguardo dei più amano, odiano , divorano, strappano e esistono davvero.Mi piace riempire la mia vita con questo  microcosmo che alla fine ha generato ciò che  di più potente ho:

Zombiwine.