Come sopravvivere al Natale !

  • by

Come sopravvivere al Natale !

Per qualcuno la festa più bella, per altri una spirale di stress e colesterolo, sicuramente nessun periodo dell’anno ha in se tanta dicotomia come l’avvento del santo Natale.

Personalmente ormai ogni due post sui social ci imbattiamo nella perfetta guida su cosa bere a Natale e dopo averne letta qualcuna (per altro molte anche sensate) io vi sciorino la mia! ne avevamo bisogno? assolutamente no, ma mi andava di scriverla!

Come sopravvivere al Natale !

Ci sono due scenari possibili, il primo è quando le persone accanto a te apprezzano quello che fai e in quel caso tiri fuori dalla cantina il meglio che hai (e magari anche gli altri mettono il loro contributo) e la seconda possibilità è che hai me di vino a nessuno interessi molto e quindi qualsiasi cosa proporrai (fosse pure il il vino dell’ultima cena che rende immortali e illuminati) zio Pasquale dirà sempre

Ne Toni ma camm fa cui ti vin pesant! c’he buffa lu cfrun, mingch nu poc racq!” (tradotto dal sumero)

“Antonio mio bello, che dobbiamo fare con questi vini pesanti e strutturati che poi ci fan venire male al capo, allungali orsù con un dito d’acqua!”

Quindi il mio aiuto sarà nel cercare dei grandi vini che possibilmente non costino uno stipendio! (anche perché di guide coi vini costosi c’è né a bizzeffe )

i link che vi inserisco sono di e-commerce con cui non ho nessuna collaborazione quindi non vi do sconti o altro e io non ci guadagno niente, è solo un suggerimento per farvi vedere il prezzo reali.

Come sopravvivere al Natale !

Partiamo subito in pole position con qualche bollicina interessante!

Dopo aver fatto un rapido controllo l’ecommerce Rolling Wine è quello poi prezzi migliori.

Camillo Donati! è uno dei grandi produttori di vini frizzanti d’Italia; partiamo da 9,90 euro sino a 16,90 per una beva allegra e piena di gioia! Camillo Donati è una di quelle scelte jolly, difficile che non piaccia e con prezzi veramente competitivi.

Secondo suggerimento Assolutamente naturale è Crocizia che in particolare con questo vino mi ha fatto diventare stupido: Besiosa.

La malvasia aromatica di Candia con 10 giorni di macerazione sulle bucce, in questa declinazione diventa una vera e propria cometa! se ne stapperete una …ne stapperete tante.

Vero è che questo è un vitigno che io amo moltissimo, ma in ogni sua declinazione questo signore sa lanciare scudisciate contro la tristezza dei nostri giorni

Se vi state chiedendo perché non vi sto parlando di metodo classico o champagne… semplicemente perché di quello trovate pieno i Web e invece io vorrei darvi un modo di vedere il vino con la mia personale visione.

Tuttavia un metodo classico veneto che ho bevuto il mese scorso e che vale la pena di prendere in considerazione è questo Domus Abbas dell Abbazia di Praglia.

Vi giro il link all’articolo che scrissi su di loro.

Come sopravvivere al Natale !

E adesso andiamo nel pieno del discorso!

Non voglio farvi una lista, io non sono…. un altro tipo di blog , ma vi giro alcuni vini bianchi e rossi che secondo me cambieranno il vostro natale!

Se per qualche motivo avete un gruppo di persone a cui volete veramente bene, e che vi seguono col discorso vino….

Abbazia San Giorgio Pantelleria del genio Battista Belvisi.

Ho bevuto i suoi vini e vi posso assicurare che trattasi di alcune delle bottiglie più incredibili degli ultimi quattro o cinque anni: questi sono i vini che vi cambiano la vita e di conseguenza se anche ve li dovete beve da soli! questo trittico così come lo vedete ci fate vigilia, natale e Santo Stefano ….. e poi ne parliamo!

Ora che io abbia un amore per il territorio di Carmignano, lo sapete e quindi è scontato che io vi nomini Capezzana o Ambra questi due nomi sono nomi che si trovano facilmente,mentee. fanno ottimi vini di quel territoiro.

ma vedete questa foto? Fattoria di Bacchereto terre a mano

Realtà naturale e biodinamica portata avanti da Rossella Bencini, questa è la toscana che vibra e urla e volendo potete acquistarla qui

Come sopravvivere al Natale !

Come tutti gli articoli che si rispettino anche questo mi è sfuggito di mano.

Mi sto rendendo conto che quello di cui sto parlando sono alla fin fine sono tutti vini non costosissimi e moltissimi dei quali naturali (che se non tutti) ma per concludere questa carrellata di cose che mi hanno fatto vivere bei momenti credo che sia impossibile non parlare du un regalo che mi ha cambiato la vita e che credo potrebbe cambiare anche la vostra.

A settembre ho cominciato il corso di primo livello come assaggiatore di vino presso ONAV; non è un corso per sommelier, costa molto meno e secondo me ti forma in maniera diversa: più tecnica.

L’onav ha sedi ovunque e il regalo che vi suggerisco di farvi e quello di partecipare al corso che io stesso ho fatto.

Vi aiuterà a capire come è fatto davvero il vino (poi c’è un secondo livello che non vedo l’ora di fare che invece vi racconta come sono fatti i territori del vino) il mio consiglio è date uno sguardo al loro sito.

Nuovamente non è una marchetta pubblicitaria, non vengo pagato in nessun modo per dire quanto segue (l’onav roma non sa neppure che sto scrivendo di loro) ma frequentare questo percorso mi ha dato modo di capire i meccanismi interni al vino e smettere di ragionare per Favolette; ora sono in grado di raccontare quello che ho voglia di dire ma con la consapevolezza del perché determinate cose sono così.

Inutile che io mi dilunghi oltre; andate a vedere da voi.

Come sopravvivere al Natale !

Bene Vado a lavorare! spero che questo articolo sia stato almeno piaccevole da leggere.

Vi auguro in questi giorni di bere con chi volete e di litigare con zio Tonio e Zia Teresa , noi ci vediamo dopo Natale!

Sperando di avervi fatto cosa gradita con questo racconto, magari poco romanzato, vi do appuntamento alla prossima!

Se questo articolo ti è piaciuto, ti chiedo come al solito un ultimo sforzo!

  1. vi lascio il link del canale YouTube; iscrivetevi e con un click mi farete felice !
  2. Ti lascio il link per acquistare, se ne hai voglia, il mio romanzo l’isola del viaggiatore.
  3. la tua opinione, e il tuo supporto per me è fondamentale: riempi di commenti questo contenitori! fossero pure di focose discussioni! e se credi che sia giusto! condividimi con i tuoi amici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *