Harry Potter e il calice di vino!

Harry Potter e il calice di vino!

sdr

Decomposti e decomposte bentornati su Zombiwine l’unico blog che se non lo segui… ti trasforma in un Gorgosprizzo!

Oggi me né è successa una che devo proprio raccontarvi, e che al di la del tono goliardico che cercherò di tenere, mi ha colpito molto più di quanto potrebbe sembrare.

Per potervi far entrare nel mio neurone decomposto devo però raccontare la storia partendo da un detto popolare di noi napoletani.

A Napoli si dice : Nun c crer …. ma s poi è o ver? (non ci credo ma se poi è vero?)

questa massima esistenziale si applica molto spesso all’interno di tutto ciò che ha a che vedere con l’ignoto, il paranormale, le superstizioni, le ciucciuvettole (civette) e i munacielli (spiriti della dimora a volte buoni o a volte cattivi… tipo gnomi)

Questa è la storia: nella mia cripta sono arrivati due nuovi vini. Un bianco e un rosso; chiamo il produttore per sentirlo e confermarne l’arrivo e lui mi dice che prima di stapparli devo controllare il calendario lunare.

Per bere questi vini in stato ottimale devo trovarmi nella fase Fragola!….. si Fragola !

Ora io già so che quanto sto per scrivere farà incazzare sia chi crede in ciò sia chi non ci crede.

Per prima cosa mi sono fatto spiegare i vari cicli dei momenti lunari e aver approfondito poi l’argomento.. Questo perché voleva capire di cosa stessimo parlando.

In seconda battuta mi sono reso conto che non potevo esprimere un parere né permettere né alla scienza o alla superstizione di decidere al posto mio : insomma ero nella merda! Nella mia mente si contrapponevano due parti: quella razionale che mi insultava poiché stavo dando retta a tutto ciò e quella irrazionale che mi bestemmiava perché non stavo dando retta a tutto ciò!

Harry Potter e il calice di vino!

Il calendario lunare di cui vi allego un link

E’ un calendario che seguendo la luna e le sue fasi , governerebbe le semine, le raccolte e anche il consumo dei liquidi.

Ora sappiamo che la luna governa le maree; questo dato è scienza.

Chi crede nella biodinamica, crede che la luna influisca su moltissime fasi della nostra vita e fra le altre cose sia in grado di influenzare i liquidi non pastorizzati come appunto il vino, fin anche le persone stesse (visto che siamo fatti per il 90% di ansia…… Acqua).

La scienza confuta queste teorie eppure… le maree avvengono ogni giorno, e i detti popolari suggeriscono di non seminare o raccogliere con la luna in una determinata fase. Se i contadini che campano dei frutti della terra seguono queste regole da 2000 anni e più sarà perché avranno sperimentato empiricamente sui campi loro questi etti! o sbaglio?

Io ho amici che dicono che la biodinamica è una sequenza di cazzate, altri che è stregoneria, altri che ci credono e la applicano e anche chi ci crede in maniera neo animista; poi ci sono io! io sono scettico ateo e curioso.

Se un produttore di vino mi dice: bevi i miei vini in questi dati giorni, io lo faccio; perché anche se lo bevo io il vino è il suo e seguire il suo iter può solo arricchirmi.

Io sono un comunicatore ? forse; per esserlo devo essere curioso; mi devo porre delle domande, non posso dire : “questa cosa è vera o falsa se ho un dubbio in merito”! Devo trovare le risposte che cerco al dilagare del pensiero imperante.

Ora capiamoci: La terra è tonda? la mia formazione scientifica mi dice di si! e le prove che ho anche. Non ragiono da terrapiattista se so che anche filosoficamente è un pensiero che non sta ne in cielo ne in terra (tonda)

Però è anche vero che c’è molto che la scienza non può spiegare; la mia formazione scientifica le prove che ho mi invitano a non dare tutto per scontato visto che al mondo basta pensare ai fantasmi, ai buchi neri, al suono di r’lehy, agli ufo, a perché la gente beve ancora certi vini da discount, al trap, perché non vinco mai nulla al gioco, ai calabroni che volano pure se non dovrebbero… e la lista è lunghissima.

Questa dicotomia mi impone di dire!

Harry Potter e il calice di vino!

Non voglio crescere anche se ho quasi quarant’anni, Voglio ancora credere all’isola che non c’è , alla biodinamica, alle fermentazione naturale , perché il risultato di tutto questo crea un prodotto che mi piace bere! poi se è vero o no, se mi fa ridere o no! se sghignazzo fra me e me pensando alla fase fragola tutto ciò vuol dire che mi sto godendo quel vino ancor prima di averlo aperto! e questo per una persona che studia comunicazione e marketing è fondamentalmente importante!

Vi rendete conto che non può essere tutto vero o tutto falso? esiste anche il grigio!

io voglio pensarla così.

Certo sotterrare un corno di mucca nella vigna mi sa tanto di stregoneria, ma è anche vero che io studio esoterismo e alchimia (mi piace la filosofia che c’è dietro)! non ci credo ma se poi è vero? Preferisco pensare alla stregoneria o a ciò che non conosco non in maniera teosofica ma parascentifica!

Allo stesso modo, come è possibile che un vino che ho bevuto moltissime volte, ogni tanto non sia buono? il vino è sempre quello! Eppure a volte certe bottiglie che conosco benissimo! sembravano le scorregge di un ottantenne che insegna difese contro le arti oscure! E non doveva essere così!

non so se quelle bottiglie sbagliate fossero state stappate in un momento in cui la luna mi sconsigliava di farlo, ma la prossima volta che succede; controllerò anche la luna in che fase sia… chi sa mai che io non ne possa trarre giovamento!

Harry Potter e il calice di vino!

Questo produttore mi ha fatto un regalo enorme! ho deciso alla fine di credere e crederci ? No ! ho deciso di fare una prova!

Come funziona questo calendario?

Il calendario biodinamico è stato sviluppato da Maria Thun (1922-2012) ed utilizza la posizione relativa della luna e dei pianeti per capire quali sono i giorni migliori per la semina dei prodotti. Lo fa determinando sul calendario in quali giorni il ciclo lunare gioca sulle radici, sui frutti, sui fiori. Secondo questa teoria, il vino consumato nei giorni della frutta e dei fiori, avrà un sapore più vivace, corposo e, fondamentalmente, migliore del vino degustato nei giorni delle radici e delle foglie. E tutto questo dipende dalla reazione del vino ai movimenti lunari. -cit-

Prenderò due bottiglie uguali, stesso vino stesso cartone e le aprirò una in un giorno fragola e una in un giorno delle radici.

Provare non mi costa nulla, giocare a fare lo stregone mi rende solo felice e dal mio operato non ne consegue nessun danno e nessuna conseguenza per alcuno se non me.

Naturalmente vi terrò aggiornati. Qualsiasi sia il risultato e qualsiasi sia la mia opinione alla fine questo esperimento mi permetterà di entrare più in profondità nella comprensione di una data pratica : e visto che chi sa solo di vino non sa nulla di vino! mi renderà una persona migliore!

Se questo semplice articolo ti è piaciuto ti chiedo 4 piccole cose

  1. vi lascio il link del canale YouTube; iscrivetevi e con un click mi farete felice !
  2. Ti lascio il link per acquistare, se ne hai voglia, il mio romanzo l’isola del viaggiatore.
  3. la tua opinione, e il tuo supporto per me è fondamentale: riempi di commenti questo contenitori! fossero pure di focose discussioni! e se credi che sia giusto! condividimi con i tuoi amici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *